Il progetto prevede una struttura abitativa per donne in difficoltà allestita grazie a un contributo dell’Otto per mille.

“Casa Ain Karem accoglienza tra donne” è un centro per l’autonomia e il reinserimento sociale di donne sole e madri con figli. La struttura può accogliere 6/8 donne, e fino a due nuclei accompagnate dai figli. Grazie a un’equipe di educatori, assistenti sociali, psicologi la struttura aiuterà le donne in difficoltà con progetti individuali per un massimo di 24 mesi.
Le caratteristiche di Casa Ain Karem
È un servizio a bassa soglia, per le donne che hanno delle difficoltà, economiche, sociali o relazionali. È un alloggio sociale e “offre una risposta temporanea alle esigenze abitative e di accoglienza di persone con difficoltà di carattere sociale prive del sostegno familiare o per le quali la permanenza nel nucleo familiare sia valutata temporaneamente o permanentemente impossibile o contrastante con il progetto individuale.”
Come funziona l’accoglienza.
Queste persone saranno inserite in struttura attraverso segnalazioni pervenute da:
– Centri di ascolto parrocchiali;
– Assessorato al Welfare del comune di Bari;
– CNCA;
– Esecuzione pensale esterna;
– Consultorio familiare

 

Beneficiari del progetto

La struttura può accogliere 6/8 donne, e fino a due nuclei accompagnate dai figli.

 

Attività dell’organizzazione

La “Mi stai a cuore Soc. Coop. Soc.” da tre anni gestisce, nella sua sede legale ed operativa in via S. Silvestris, 18/20, il “Centro I CARE – Servizi Educativi per l’Infanzia e l’Adolescenza”. Le attività messe in essere sono la colonna portante dell’attività che la cooperativa svolge sul territorio di Bisceglie, anche se con qualche difficoltà vista la forte crisi economica che investe anche il